Make your own free website on Tripod.com

Hikaru (Luce), Umi (Marina) e Fu (Anemone): tre comuni ragazzine giapponesi che si incontrano per caso durante una gita alla torre di Tokyo. All'improvviso un lampo di luce le investe e una voce di donna invoca il loro aiuto. Come per magia si ritrovano catapultate su Sephiro, un mondo retto esclusivamente dalle preghiere di una sola persona, la principessa Emeraude, un mondo in cui la forza di volonta' e' il motore che muove ogni cosa.

Compito delle tre ragazzine e' salvare la principessa Emeraude, tenuta prigioniera dal perfido Zagart (Zagato). A causa della sua prigionia, infatti, Emeraude non puo' piu' pregare per Sephiro che cosi' sta lentamente sprofondando nel caos.

Per poter liberare Emeraude, Umi, Fu e Hikaru devono far rivivere un mito: diventare Cavalieri Magici e pilotare i tre leggendari managuerrieri , Selece, Windam e RAYEARTH.

Gli ostacoli sono molti ma la forza di volonta' delle nostre eroine e' superiore... ma la realta' e' veramente quello che sembra? Zagart e' veramente cosi' perfido? La risposta a queste domande si avra' solo alla fine della prima serie e rappresentera' un duro colpo per i tre Cavalieri Magici che, addolorati ed insoddisfatti avranno un unico, potente desiderio: tornare su Sephiro...

Nota personale: non so quanti di voi abbiano avuto la possibilita' sia di leggere il manga che di vedere entrambe le serie animate di Rayearth... io personalmente si, e devo dire onestamente che, sebbene la trama dell'anime sia molto piu' ampia e articolata di quella del manga, il finale del primo mi ha un po' delusa e mi ha lasciato un gusto amaro in bocca... Quando poi ho visto la terza sigla di apertura originale (che vi consiglio caldamente) le lacrime che Hikaru versa sul ciondolo regalatole da Lantis e i volti affranti di Umi e Fu mi hanno proprio fatto desiderare un finale differente, piu' simile a quello del manga. Voi che ne pensate? Sono forse troppo sentimentale?